GTB TZERO

Patent Pending Corpo, filettatura, disegno e struttura lo rendono l’impianto d’elezione per il carico immediato: trasmissione controllata e graduale del carico masticatorio

Massimo rispetto dei tessuti duri e molli con la massima stabilità primaria

 

La vite impianto GTB TZERO è stata progettata in accordo con la filosofia di preservazione dei tessuti duri e molli perimplantari tipica della sistematica GTB ma con un innovativo profilo della sezione delle sue spire.
L’impianto GTB TZERO non presenta un semplice filetto a doppio principio bensì una doppia filettatura a doppio principio, una apicale e una coronale, perfettamente raccordate tra di loro.
Questa caratteristica permette di ottenere un impianto con un alto potere penetrante nell’osso anche in presenza di sottopreparazioni importanti del letto implantare.
Il tutto si traduce clinicamente nella garanzia di poter ottenere sempre valori di stabilità primaria di sicurezza per una protesizzazione immediata senza dover ricorrere a tecniche di press-fit dell’osso marginale che, come da filosofia GTB, deve essere preservato da qualsiasi insulto meccanico non fisiologico.

 

 

 

Profilo cilindrico del collo implantare
Minimo carico dell’osso corticale

Profilo conico del nocciolo dell’impianto.
Distribuzione ideale del carico masticatorio, minima trazione e massima compressione.

Filettatura a doppio principio, progressiva e a contrafforte inverso modificato.
Rapidità d’inserimento, stabilità primaria, trasmissione del carico ideale.
Aumento del BIC

Filettatura apicale a doppio principio perfettamente raccordata con la filettatura coronale.
Rapidità d’inserimento, stabilità primaria, sotto preparazioni in osso tenero, assenza di compressioni in osso compatto.

Apice attivo a fresa.
Possibilità di eseguire sotto preparazioni verticali in osso tenero.